28.01.2003 ORE 10,05 Martedì 

Gesù continua a dettarmi:

 I COMANDAMENTI - 5^ NON UCCIDERE 

“ Scrivi o Figlia tanto amata, il Mio Cuore ha da dettarti.

Il Padre che ha creato l’uomo e lo conosceva, lo conosce, ha dato i Suoi Comandamenti perché l’uomo, per sua bontà, vi si adeguasse.

Ma fin dai tempi della creazione, Caino uccise Abele, pur sapendo in cuor suo che era cosa cattiva, poiché ai richiami di Dio si nascose.

Poi nel corso dei secoli, il Comandamento, questo, quel Comandamento venne disatteso per la cattiveria dell’uomo, per la sua veemenza, per la sua supremazia nel confronto degli altri uomini.

Come, rimanere schiacciati da altri uomini e non prevalere?

L’orgoglio umano è stato spesso più forte di qualsiasi altro richiamo.

Ora, tanti uomini, peccano di questo peccato e poi purtroppo devono subirne le conseguenze, agli occhi degli uomini devono espiare la loro colpa, ma anche per gli occhi di Dio l’espiazione diviene purificazione per l’anima ed il corpo.

Perché o figlio non perdonare, perché non pazientare, perché essere così cattivo nei confronti dei tuoi fratelli?

Non lasciarti prendere il cuore e la mente dalla violenza, satana e’ violenza!

Non lasciarti prendere da sentimenti malvagi, ma contraccambia il male che ricevi, con il bene.

Non voler prevalere sul tuo fratello oltraggiando il Comandamento di Dio - NON UCCIDERE.

Non lasciare che il tuo cuore sia preso dall’ira. Pensa, Dio che è Dio, dice di sé: lento all’ira…. Lui che conosce il cuore dell’uomo e nella Sua Misericordia, se l’uomo torna a Lui, perdona ogni peccato!

E tu, che non sei Dio, ti arroghi ogni diritto, anche quello di uccidere!

Sappi, uomo, che non uccidi solo di spada e metti a morte il tuo fratello, ma uccidi anche con la parola, le azioni infami e se non uccidi il corpo, uccidi però l’anima, il cuore del tuo fratello.

Perdona o figlio, non permettere che mai alcuna condizione umana, possa portarti a fare del male al tuo fratello. Egli come te è figlio di Dio e quale migliore paternità per essere richiamati a quell’Amore che Dio ti ha sempre insegnato e ti insegna.

Dentro di te, c’è il Suo Amore, AMORE DIVINO, linfa vitale che Egli ha instillato in te, nel momento della sua creazione. 

O Sapienza Divina che tutto sai e tutto conosci dell’uomo, dona saggezza al suo cuore perché egli non abbia mai a tradire la radice da cui è nato e partito: quella radice d’amore che è Dio stesso frutto d’amore per tutti gli uomini di buona volontà! 

Allargate il vostro cuore alla Divina bontà ed Egli saprà mettere nel vostro  ogni benevolenza nei riguardi di voi stessi e di ogni altro fratello.

Il vostro Dio vuole ogni bene per voi, per ciascuno di voi.

Siate collaboratori del suo nuovo Regno d’Amore che verrà.

Siete Figli, quindi vi invitiamo Padre e Figlio, ad essere anche collaboratori del suo Regno.

A voi o carcerati e non , che con i vostri delitti avete offeso il Cuore di Dio oltre ad avere ucciso o oltraggiato i vostri fratelli, vi invito, insieme alla vostra purificazione umana, di voler piegare il vostro capo e le vostre ginocchia e chiedere perdono a quel DIO TRINO  che fa parte , anche per voi, della vostra esistenza. Infatti, come potete vivere senza il vostro Dio? Voi potrete, ma nella disperazione e nell’abbandono di voi stessi.

Se voi volete ottenere il perdono dei vostri peccati, delle vostre colpe, voi dovrete riconoscere quel Dio Trino che è in ciascun uomo e anche in ciascuno di voi.

I vostri peccati hanno offuscato la vostra Coscienza, là dove Io dimoro, come tempio per ciascuno di voi.

Lo Spirito Santo di Dio dimora in voi. Lasciate che venga alla Luce, scoprirete delle meraviglie con Lui nel vostro cuore che ora sono potenziali. Io le consegno ad ogni uomo nel proprio cuore, sta a voi uomini saperle sviluppare. Dio vuole il vostro bene, vi vuole nella Pace, quella Pace Vera che proviene solo da Lui e che porta alla Gioia e poi all’Amore per ogni uomo, ogni cosa che Egli ha creata frutto del Suo Amore per ognuno.

Non disperatevi per quanto è a voi successo, opera della malvagità umana ma anche frutto del maligno che per voi vuole ogni male.

Le cose buone e belle sono frutto invece del Vostro Dio.

Vi richiamo perché solo nella pace in Dio potrete trovare quella strada che conduce al bene e rinnova ogni cuore.

Voi o figli, avete bisogno di essere rinnovati e quale occasione migliore del vostro Dio che vi invita!

Figli, un invito, fatto oggi, ora, direttamente da Lui, va preso in considerazione, e vissuto. Sì, perché preso in considerazione, senza viverlo, non porterà alcun frutto!

Iniziate o figli con il lavare le vostre vesti, con il Santo Sacramento della Confessione e dopo questo, fatto con assoluta serietà e responsabilità, andate alla S. Messa e ricevetemi nel vostro cuore:

Io voglio divenire per voi confidente ed amico.

Pensate che gioia per il Cuore di Dio, ma anche per voi tutti.

Poi adoratemi nell’Eucarestia, ma anche nel vostro cuore, per imparare ad amare voi stessi, come il vostro prossimo.

Questo è lavorare per il Regno di Dio, perché raggiungendo la Pace, la Gioia e l’Amore, potrete trasmettere tutto questo a chi vi sta intorno.

Siate fedeli ad ogni vostro buon proponimento, chiedendo aiuto al Mio

S.S.Spirito d’Amore  ed alla Mia S.S. Madre Maria che Immacolata, vi donerà vi aiuterà ad avere quella purezza per raggiungere il cuore ed il pensiero del Vostro Dio. Ascoltate queste mie parole che Io vi dono attraverso questa creatura. Pregate, pregate, pregate poiché senza preghiera, non potete giungere a quanto il vostro Dio vi prefigge, ma soffrendo, offrite il vostro sacrificio, la vostra giornata i vostri disagi per la vostra purificazione e per quella del mondo intero che ha bisogno, immondo di essere riportato a nuova vita dal vostro Dio, insieme alla sofferenza di ogni uomo.

Grazie per ciò che farete!

Amen, così sia! Io vi voglio tutti salvi, per il mio nuovo Regno, ma anche e soprattutto per la vita eterna. Amen!” 

Gesù

Gesù mi invita a prendere il Salmo 49-50 ( 50-51)

- Per il culto in Spirito

- Miserere