21/1/2003 ore 4,45  Martedì

Gesù mi invita a scrivere intanto che, sto pregando per i Sacerdoti.

“ Vieni o Figlia, il Mio S. Cuore vuole dettarti, per 

I Miei Figli Sacerdoti 

Figli Cari e tanto Amati Sacerdoti.

E’ attraverso questa Creatura che IO ho scelto come Mio Strumento d’Amore che IO voglio farvi giungere questi MIEI RICHIAMI D’AMORE.

Si, o Figli, sono Richiami d’Amore di un Padre che vuole il bene dei Suoi Figli, di ogni Suo Figlio, per cui ha versato il SUO SANGUE BENEDETTO sulla Croce 2000 anni fa.

Non continuate a Crocefiggermi ASCOLTATE LA VOCE DEL VOSTRO DIO, Egli e’ buono e vuole cose buone per voi.

Siate valorosi, in questo ricupero di porzione della vostra Chiesa, della MIA SANTA CHIESA, CHIESA DI DIO O FIGLI, ma anche vostra poiché, IO ho dato a voi il potere di condurla avanti.

Ma i Miei Figli, senza di Voi Pastori, non possono dare alla Chiesa, una sorte, siete voi che dovete impegnarvi in questo.

Secondo la Vostra Buona Volontà il Vostro DIO, vi aiuterà a risollevare le sue sorti.

FATE SACRIFICI O FIGLI, FATE PENITENZA, invitate il vostro gregge, IL POPOLO DEL VOSTRO DIO a fare altrettanto.

Quanta Gioia nel Cuore ricupererete, se farete ciò!

Ora siete confusi, spesso la vostra Fede vacilla: dovete avere dei programmi ben definiti per risollevare la Mia, la Vostra CHIESA.

L’uomo ha bisogno di certezze e, voi con “ l’essere spronati ” potrete giungere a ricuperare questo popolo confuso e smarrito.

E’ cosa SANTA o Figli , questa intenzione, poiché è POPOLO DI DIO.

Avete la responsabilità delle Anime, Figli, non siate superficiali:  

INDITE, COME IO GIA’ VI RICHIAMAI BANCHETTI, PER LA S. CENA, IL PIU’ POSSIBILE E ADORAZIONE, ADORAZIONE, ADORAZIONE! 

Abbiate tanta pazienza, con il Mio Popolo, consolate, consigliate, date forza, gioia, pace, amore al Mio Popolo che ha bisogno di queste virtù.

IO, DIO, sarò prodigo con Voi e con “ loro “, aggiungerò carismi a quelli che già avete, anche carismi di guarigione e perché no, Figli oggi il vostro gregge è portatore di molte malattie, tante malattie e perché non guarirle, per attivare, riattivare la Fede sopita!

Il Mio Popolo, anche se in parte, non tutti, guardano spesso il Cielo, perché il proprio Dio, sovvenga ai suoi bisogni, ma IO o Figli, lo faccio, voglio farlo attraverso di Voi, voglio che Voi diveniate SANTI, COME SANTO E’ IL VOSTRO SIGNORE!

Santi, Figli, non abbiate timore ad invitare i Miei Figli, il Mio Popolo alla Santità; esso ha bisogno di certezze e quale certezza migliore se non la SANTITA’.

Camminare “ sul serio “ con il proprio Dio, quale miglior certezza.

Ah! Figli Miei Prediletti, le creature, sono stanche di certezze materiali, hanno bisogno di certezze spirituali.

SE INDIRETE CULTI NUOVI AL VOSTRO DIO, IO SARO’ CON VOI, A SUGGERIRVI.

Mi sentirete ancora più fortemente di prima, con il vostro Spirito: il Mio S. Spirito, vi inciterà a decidere le cose e farne tante: cose spirituali, ormai materiali, ne avete già messe in opera.

Credete che il vostro Dio vi parla? Se lo credete – e basta vedere le Parole, il tenore delle Parole, voi dovete mettervi all’opera.

Potete ricuperare “ questo Popolo “ che sta andando alla deriva o Figli, alla deriva!

Lo vedete anche voi. Pochi sono quelli devoti, pochi sono quelli pii.

Si magari, credono in ME, ma di ME, poco si occupano, se non quando hanno delle necessità.

Si, IO spesso sono il Dio da cui implorare la grazia, ma non sono AMICO E CONFIDENTE, come vorrei divenirlo.

E’ questo o Figli e a questo o Figli che voi dovete convincere il Mio Popolo.

Non basta “ seguire “ alcune cose, il “ contatto “ con il vostro Signore, deve essere costante, incessante.

Il male del mondo è oramai troppo, troppo grande che, per ricuperarvi dovete lavorare sodo e costantemente.

Basta ormai con le tavole rotonde, indette per le vostre decisioni, serve o Figli inginocchiarsi dinnanzi a ME e trarre da lì, gli spunti per proseguire.

Si, perché IO ve li darò, ve li suggerirò.

Non peccate più di orgoglio, né con ME, né con il Mio Popolo SANTO E BENEDETTO. Io voglio ricominciare, riconquistare questo popolo e renderlo di nuovo SANTO E BENEDETTO.

Vi Amo o Figli e Amo il Mio Popolo. Nulla, nessuno, deve andare perduto.

La Mia S.S. Madre che vi invito ad invocare, anche attraverso il Santo Rosario, vi sia CONSIGLIERE E GUIDA.

Lei, questo vuole e aspetta da voi.

Non meravigliatevi o Figli, se il Cielo e’ sceso in terra: c’era bisogno di questo.

E, quale buon Padre terreno, non avrebbe fatto qualsiasi cosa buona per i Suoi Figli!

Ascoltate o Figli, i MIEI RICHIAMI, i RICHIAMI DEL PADRE E QUELLI DELLA MIA S.S. MADRE.

Vi vogliamo tutti salvi, nessuno deve perire. Anche con i Figli, più ostinati, voi tentate, IO PREPARO I CUORI!
Amen, cosi’ sia !"

Gesu’

Terminato ore 5,15