11.01.2003 ORE 11,35 Sabato

Gesù mi ha anticipato sul TEMA:

 LA FAMIGLIA 

“ Scrivi o Figlia il Mio Cuore ha da dettarti.

Io ho voluto la famiglia, l’ho voluta e come modello ho creato, costituito la Famiglia di Nazareth.

Che modello la Sacra Famiglia, che ora non viene più imitata!

La Saggezza di Mia Madre e Mio Padre Giuseppe, il loro Silenzio, la loro Umiltà, la loro Pazienza nell’accogliere ogni cosa e la loro Sofferenza poiché conoscevano come Io avrei dovuto soffrire.

Ah!  Popolo di Dio, prendete esempio dalla S. Famiglia di Nazareth, ora che le vostre famiglie sono disunite, ora che le vostre famiglie sono strapiene di beni materiali, ma manca l’Amore fra coniugi e dove i figli difficilmente si assoggettano al volere dei genitori.

Quale sfascio, quale disagio! La famiglia dovrebbe essere il nucleo centrale da cui parte l’amore vero. Già, ancora o Figli, vi richiamo agli esempi. Date esempio perché tutto venga ricondotto ai tempi in cui la famiglia era costituita come nucleo centrale dell’AMORE da cui ogni membro era fortificato dai consigli dei genitori, dai genitori che ascoltavano anche il parere dei figli. Ora invece i genitori “ non conoscono “ più i loro figli e così i figli non conoscono i genitori, non li rispettano e non vogliono assolutamente ascoltare i consigli dei genitori.

Quale forza dava a ciascun membro questa famiglia riunita ed intorno al desco familiare si prendevano le decisioni più impegnative, ma anche si viveva della semplicità e dell’amore più puri.

Lasciate che i bambini vengano a ME”, Io ancora vi invito a vivere questo AMORE puro nelle vostre famiglie.

Ora, l’amore non può essere puro, poiché i coniugi spesso non sono fedeli al vincolo, al Sacramento del Matrimonio.

I figli, poi hanno spesso vicissitudini poco chiare, di compromesso. Vivono il sesso come amore e l’amore come sesso.

Lasciate ogni compromesso, ogni abitudine sbagliata e assoggettatevi al Santo Volere Divino.

Nel vostro cuore, quando ci sono compromessi o situazioni poco chiare, voi sentite nel cuore che i vostri comportamenti non sono regolari, non sono secondo l’Amore di Dio, ma le abitudini, vi fanno proseguire in quegli atteggiamenti che sono dolore per il Cuore di Dio.

Vi invito alla pazienza, al rispetto degli uni verso gli altri nella vostra famiglia perché è attraverso la pazienza ed il rispetto che acquisirete “quel silenzio” fatto di sentimenti e pensieri preziosi che voi potrete ricuperare le vostre famiglie.

Se così non farete, la rovina sopra di voi sarà grande, perché continuerete a non rivolgervi al vostro Dio e pretenderete di poter “risorgere “ da soli in seno alle vostre famiglie. Non potrà essere così, perché, senza l’aiuto di Dio, l’uomo non risorgerà a nuova vita. Pretendere di ricuperarsi da soli significherebbe sfidare il vostro Dio, che ormai non ha più nulla da dare e quindi non può essere considerato.

Siate umili, inchinatevi al vostro Dio che con il vostro intervento, tutto può per il bene delle sue creature, di ogni creatura. Costituite “nuove famiglie” fatte di buon senso, di buoni sentimenti e di Santo Timore di Dio. 

O Figli, insegnate ai vostri figli quanto vi raccomando, innanzitutto il Santo Timore di Dio, è cosa assolutamente indispensabile per ricuperarvi e ricuperare tutte le vostre famiglie.

In seno ad esse, non si parli continuamente di fatti materiali ed economici, ma venga assunto un atteggiamento spirituale per parlare di Dio, convinti e convincendo anche i vostri figli che, senza “Lui” nulla si crea, nulla si costruisce, nulla si può avere.

Oh! Genitori, nei confronti dei figli, assumete un’autorità rispettosa, perché essi si sentano compresi senza temere la vostra autorità, ma convinti che voi li nutrite di saggezza e di consiglio, doni del vostro Dio Trino. E voi genitori comprendete i vostri figli, perché non siano scoraggiati nel loro muoversi e nel loro parlare.

Tutto venga fatto nella più assoluta umiltà e nel più assoluto rispetto.

Questi atteggiamenti vi ricupereranno all’amore puro.

State sereni, siate sereni ed affidatevi al vostro Dio ed alla Sua S.S. Madre, insieme al Suo Sposo Giuseppe perché proteggano le vostre famiglie e li sorreggano nei loro percorsi.

Nelle vostre famiglie poi ci sia tanta gioia, tanta gioia e tanta pace perché questi sentimenti uniscono i suoi membri ma soprattutto sprigionando dai suoi membri questi sentimenti, siano esempio per chi dovrà iniziare a percorrere una nuova strada per ricuperare la propria famiglia.

Io vi benedico e vi proteggo insieme al Padre ed allo Spirito d’Amore, perché la gioia in voi sia piena, per opera dello Spirito Santo e della Mia S.S. Madre.

Amen, così sia!"

 Gesu’

Terminato ore 12,20